Primo piano

DON BOSCO E LA SUA VITA – Sala 1

Si trovano vetrofanie che ricordano Mamma Margherita, il sogno dei 9 anni di Giovannino, San Giovanni Bosco, San Domenico Savio, un confronto tra Valdocco nel 1864 (posa della prima pietra della Basilica) e nel 2001. I due plastici, in mezzo alla sala, mostrano la realtà di Valdocco nel 1846 (quando Don Bosco affitta la casa del signor Pinardi e usa la tettoia come cappella) e lo sviluppo negli anni 1852-1859 (con la costruzione quindi della Chiesa di San Francesco di Sales).
Al centro della sala si trova un computer “touch-screen”, cioè azionabile con il semplice tocco delle dita. Dopo aver scelto la lingua desiderata, si possono approfondire vari contenuti della figura di Don Bosco:

1 – Itinerario Spirituale …….       2 –  L’Oratorio  ——-3 – Il Sistema Educativo ….       ..
4 – La Spiritualità ——-5 – La Santità Salesiana …..   6 – Successori di Don Bosco

DON BOSCO NEL MONDO – Sala 2

Oltre alle vetrofanie con foto del Santo, in mezzo ai suoi giovani, allo scrittoio, e ai primi missionari salesiani, ci sono due plastici che seguono lo sviluppo di Valdocco dal 1868 (anno di conclusione della Basilica) fino ai giorni nostri. Anche qui troviamo un computer “touch-screen”, con i seguenti argomenti:

Ambiti d’impegno dei Salesiani———-I Salesiani nel Mondo
La Famiglia Salesiana————————
Visita virtuale alle Camerette

Visita virtuale alle tre Chiese

Video 7 min. – Sala 3   ————–Camerette don Bosco di Roberto FADDA: Immagini-e-musica

In questa sala si può assistere alla proiezione di un breve filmato introduttivo, che serve da preparazione alla visita del Secondo Piano, cioè alle “Camerette” vere e proprie.

*****  Foto Camerette don Bosco di Roberto FADDA: Immagini-e-musica
Salendo al secondo piano, sulle pareti, ci sono due quadri del pittore Giuseppe Crida:

  • Don Bosco consegna le Costituzioni a Madre Mazzarello
  • Don Bosco con Mamma Margherita ed il Cane Grigio

Una curiosità: 1959: Don Bosco a la Spezia e un Cane Grigio                       

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *