Pensieri di don Bosco

„DA MIHI ANIMAS, COETERA TOLLE” ” Dammi le anime, tieniti il resto”

Don Bosco e i Giovani

“Nelle cose che tornano a vantaggio della pericolante gioventù, o servono a guadagnare anime a Dio io corro avanti fino alla temerarietà”.

“Basta che siate giovani percè io vi ami assai”.
“Qui con voi mi trovo bene: è proprio la mia vita stare con voi”.
“Fate conto che quanto io sono, sono tutto per voi. Non ho altra mira che procurare il vostro vantaggio morale, intellettuale e fisico. Io per voi studio, per voi lavoro, per voi vivo, e per voi sono disposto anche a dare la vita”.

Voglio regalarti la formula della santità:  Primo:  Allegria. Secondo: Doveri di studio e di preghiera. Terzo:  Far del bene agli altri”.
“E’ cosa sperimentata che i più validi sostegni dei giovani sono il sacramento della confessione e della comunione”.
“Confidate ogni cosa su Gesù Eucaristico e Maria  Ausiliatrice, e vedrete cosa sono i miracoli”.
“Che i giovani non solo siano amati, ma che essi stessi conoscano di essere amati”.
“Chi sa di essere amato e chi è amato ottiene tutto, specialmente dai giovani”.

“Miriamo a formare  ‘onesti cittadini e buoni cristiani”.
” Soltanto il cristiano può con successo applicare il Sistema Preventivo. Esso si fonda tutto sopra la ‘ragione, la religione e l’amorevolezza “.

Preoccupati di farti amare, piuttosto che farti temere”. ” Non vi raccomando penitenze e discipline, ma lavoro, lavoro, lavoro “.

Don Bosco e la Madonna

“I motivi che abbiamo di essere devoti della Madonna sono:  Maria è la più santa tra tutte le creature, Maria è la Madre di Dio, Maria è la Madre nostra”.
“Maria non fa le cose solo per metà” .
“Maria Ausiliatrice ha ottenuto ed otterrà sempre grazie particolari, anche straordinarie e miracolose, per coloro che concorrono a dare cristiana educazionealla pericolante gioventù colle opere, col consiglio, col buon esempio o semplicemente con la preghiera”.

“Maria Santissima ci ha sempre fatto da Madre”.

“Un sostegno grande per voi, un’arma potente contro le insidie del demonio l’avete, o cari giovani, nella devozione a Maria Santissima”.
“Maria ci assicura che se saremo suoi devoti, ci annovererà tra i suoi figli, ci coprirà col suo manto, ci colmerà di benedizioni in questo mondo per ottenerci poi il Paradiso”.
“Maria è Madre di Dio e Madre nostra, Madre potente e pietosa, che ardentemente desidera di colmarci di celesti favori”.
“Noi siamo in questo mondo come in un mare burrascoso, come in un esilio, in una valle di lacrime. Maria è la stella del mare, il conforto del nostro esilio, la luce che ci addita la via del cielo asciungandoci le lacrime”.
“Maria Santissima protegge i suoi devoti in tutti i bisogni ma li protegge specialmente in punto di morte”.
“Le madri terrene non abbandonano mai i loro figli. Così Maria, che tanto ama i suoi figli in vita, con quale tenerezza, con quale bontà non correrà a proteggerli negli ultimi istanti, quando maggiore ne è il bisogno”.
“Amate, onorate, servite Maria. Procurate di farla conoscere, amare e onorare dagli altri.
Non solo non perirà un figlio che abbia onorato questa madre, ma potrà aspirare anche a una grande corona in cielo”.
“E’ quasi impossibile andare a Gesù se non ci si va per mezzo di Maria”. ” Chi confida in Maria non sarà mai deluso “. ” Maria vuole la realtà e non l’apparenza. Maria è la nostra guida, la nostra maestra, la nostra madre “.

Don Bosco e la preghiera

“Chi prega si occupa della cosa più importante di tutte”.”La preghiera è una compagna inseparabile della vita crisitana”. “La preghiera è il primo alimento dello spirito, come il pane è il cibo per il corpo”.
“Chi non prega non può perseverare nella virtù. Sant’Agostino dice: “Chi impara a ben pregare, impara a ben vivere”.
“Bisogna pregare con una illimitata speranza di essere esauditi”.
“Quando preghi osserva un ordine di richieste: domanda in primo luogo i beni spirituali, il perdono dei peccati, la luce per conoscere la volontà di Dio, la forza per manternerti nella sua grazia ; poi chiedi la salute fisica, la benedizione sulla tua famiglia, l’allontanamento delle disgrazie e la sicurezza di un lavoro…”.
“Mentre state giocando, nelle conversazioni o in altro passatempo, alzate qualche volta la mente al Signore offrendo quelle azioni a Lui”.
“L’orazione al sacerdote è come l’acqua al pesce, l’aria all’uccello, la fonte al cervo”.
“La preghiera è come un’arma che dobbiamo sempre avere pronta per difenderci nel momento del pericolo”.
“La preghiera fa violenza la cuore di Dio”. “E’ con la preghiera e il sacrificio che si prepara l’azione”. “Ogni mattina raccomandate a Dio le occupazioni della giornata”.

Don Bosco e il lavoro

“Cerchiamo di lavorare molto, per fare molto bene”. “Il lavoro è una grande salvaguardia della moralità”.
“LA PREGHIERA: ECCO LA PRIMA COSA; E CON LA PREGHIERA IL LAVORO: CHI NON LAVORA NON HA IL DIRITTO DI MAGIARE”.”LAVORA PER IL SIGNORE: IL PARADISO PAGA TUTTO”
“Faccio ogni cosa come se fosse l’ultima della mia vita. Lavoro come se dovessi vivere ancora per lunghi anni”. “Lavora e soffri per Dio che tanto lavorò e soffrì per noi”.”Fate quello che potete. Dio farà quello che non potete fare voi”.
“Santificate il lavoro con la retta intenzione, con atti di unione al Signore e alla Madonna, e col farlo meglio che potete”.
“Lavorate ma sempre con la dolcezza di San Francesco di Sales e con la pazienza di Giobbe”.
“Guai a chi lavora aspettando le lodi del mondo: il mondo è un cattivo pagatore e paga sempre con l’ingratitudine”.
“L’uomo è nato per lavorare, e solamente chi lavora con amore e assiduità trova lieve la fatica”.
“Il Paradiso non è fatto per i poltroni”. “Un pezzo di paradiso aggiusta tutto”.
“Con le opere di carità ci chiudiamo le porte dell’inferno e ci apriamo il paradiso”.”Nelle fatiche e nei patimenti non si dimentichi che abbiamo un grande premio preparato in cielo”.

Hanno detto di don Bosco

“Don Bosco è il tesoro d’Italia”  (Papa Pio IX). “Don Bosco è un colosso di santità” (Papa Pio XI).
“Don Bosco è una delle glorie più grandi della Chiesa e dell’Italia”  (Pio XII). “Fortunati i Salesiani che hanno un Don Bosco” (Giovanni Paolo I). “Don Bosco: il suo nome è un poema di grazia e apostolato” (Giovanni XXIII).
“Per rintracciare un’altra figura delle stesse proporzioni di Don Bosco occorre andare indietro secoli nella storia della Chiesa”. (Card. Ildefonso Schuster). “Don Bosco è un uomo da leggenda” (Victor Hugo).
“Don Bosco ebbe un cuore magnifico per i poveri, vide Gesù in loro… sapeva che ciò che faceva per quei monelli lo faceva per Gesù”  (Madre Teresa di Calcutta). “Ho sempre amato molto don Bosco per la sua missione in mezzo alla gioventù” (Suor Lucia di Fatima).
“La genialità dell’Oratorio di Don Bosco è che essa prescrive ai suoi frequentatori un codice morale e religioso ma poi accoglie tutti”. (Umberto Eco). “Don Bosco è uno degli uomini più completi e più assoluti che abbia conosciuto la terra”. (Joergensen).
“Don Bosco è veramente il tipo di un grande fondatore: idealista e realista insieme”   (Daniel-Rops).
SAN GIOVANNI BOSCO E’ “IL PADRE E IL MAESTRO DELLA GIOVENTU’. Il suo particolare segreto fu quello di non eludere le aspirazioni profonde dei giovani”. (Giovanni Paolo II, 31 gennaio 1988)

One Response to Pensieri di don Bosco

  1. Alberto scrive:

    Don Bosco per amore del Signore Gesu’ e di Maria Ausiliatrice si e’ fatto padre madre di ogni giovane uomo e donna. Alberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *